Stampante 3d Economica i Modelli Migliori

Le stampanti 3D sono uno dei fenomeni tecnologici degli ultimi anni e per molti rappresenteranno la vera rivoluzione industriale nei prossimi decenni. Fiere come il Maker Faire, dedicate all’ autoproduzione stanno avendo un successo incredibile, segno che l’interesse è fortissimo.

Pensate a cosa significhi realizzare un prodotto in casa fatto di plastica. Certo, i limiti sono ancora tanti, ma il futuro è segnato. Sul mercato i prezzi si sono abbassati e si trovano parecchie stampanti 3D economiche. Oggi ve ne presentiamo qualcuna.

Cosa valutare nella scelta della stampante 3d economica?

Se vuoi essere sicuro di fare una buona scelta, ci sono diversi fattori che devi prendere in considerazione prima di acquistare una stampante 3d economica adatta alle tue esigenze. Queste stampanti si trovano in una fascia di prezzo medio-bassa rispetto a quelle professionali ma con le giuste accortezze potrai avere una stampante economica senza dover rinunciare alla qualità.

Dimensione del piatto di stampa

La dimensione del piatto di stampa è molto importante a seconda dei progetti che vuoi realizzare. In questa fascia di prezzo quasi tutte hanno un piano di circa 220 x 220mm ma valuta con cura le dimensioni soprattutto se sei interessato alla creazione di oggetti piuttosto grandi. Ricordati inoltre di prendere in considerazione anche l’altezza del piano Z altrimenti rischi di trovarti con una base grande ma senza la possibilità di sviluppare in verticale il tuo progetto.

Tipi di filamenti supportati

In generale tutte supportano i principali filamenti plastici come PLA e ABS, ma consulta con attenzione le informazioni tecniche qualora avessi esigenze diverse. Esistono infatti stampanti 3d economiche compatibili anche con filamenti metallici o di altri materiali. Se sei un neofita il consiglio è quello di iniziare con progetti termoplastici che sono i più economici e di discreta qualità, con la pratica noterai che ogni filamento darà un risultato leggermente diverso poiché le temperature di fusione e di conseguenza la velocità di estrusione sono differenti.

Numero di estrusori

La maggior parte delle stampanti 3d economiche sono dotate di un singolo estrusore perché sono destinate a un uso non professionale e, quindi, sono più semplici da calibrare e utilizzare. In questa fascia di prezzo puoi però anche trovare stampanti con doppio estrusore che risulteranno più difficili da tarare ma che ti permetteranno di ottenere risultati più precisi in minor tempo.

Qualità della stampa

La qualità della stampa 3d è forse il parametro più importante da prendere in considerazione. Infatti più l’oggetto è preciso e ben rifinito, meno lavoro manuale dovrai fare in seconda fase per completarlo. Nonostante la fascia di prezzo accessibile, alcune di queste stampanti 3d low cost riescono a realizzare progetti con estrema precisione senza sbavature. In questo caso la cosa migliore da fare è consultare la scheda tecnica e affidarsi a recensioni di utenti che hanno già testato il prodotto. Ricorda che è inutile avere una stampante veloce e silenziosa che però realizza progetti che richiedono molto lavoro manuale per essere perfezionati, a lungo andare sentirai la necessità di una stampante che garantisca una qualità migliore.

Velocità di stampa

La velocità di stampa all’apparenza può sembrare un parametro importante da prendere in considerazione e questo è vero per progetti particolarmente lunghi che richiedono molto tempo, in tutti gli altri casi è meglio sacrificare un po’ di tempo pur di avere una qualità di stampa migliore. In generale le stampanti 3d economiche permettono di selezionare la velocità di estrusione, più veloce sarà la stampa minore sarà la qualità del progetto realizzato. Esistono tuttavia anche in questa fascia di prezzo delle stampanti che con una velocità discreta realizzano progetti di ottima qualità. Inoltre, è importante sottolineare che aumentando la velocità di stampa aumenterà anche il rumore emesso dalla stampante.

Facilità di utilizzo

Per un neofita la facilità di utilizzo è essenziale. Alcune stampanti vengono spedite già quasi completamente assemblate con un software interno molto intuitivo e semplice da utilizzare, altre invece devono essere calibrate, bisogna inserire alcuni parametri per il carrello mobile e per l’inclinazione del piatto di stampa che potrebbero richiedere più tempo e più esperienza. In generale le stampanti 3d economiche sono tutte dotate di un software proprietario caricato su una scheda SD che ha già tutti i parametri di default impostati e che puoi modificare a piacere secondo le tue necessità e la tua esperienza.

Resistenza

Tutte le stampanti 3d economiche sono compatte ed ergonomiche, spesso realizzate in materiali metallici che le rendono pesanti e resistenti. Consigliamo però di prendere in considerazione non solo l’aspetto esteriore che sicuramente apparirà solido e duraturo, ma anche e soprattutto i materiali con cui sono realizzati gli elementi interni. Alcune stampanti infatti hanno la scocca esterna in metallo ma la maggior parte degli ingranaggi interni sono di materiale plastico e questo potrebbe inficiarne la durata. Prima di procedere all’acquisto è sempre meglio controllare sulla scheda tecnica perché se vuoi una stampante 3d low cost e resistente devi assicurarti che le componenti interne siano realizzate in metallo per evitare che alcuni ingranaggi siano soggetti a usura in poco tempo.

Buona assistenza tecnica

Le stampanti 3d economiche sono progettate per durare anni e spesso sono dotate di un’ottima garanzia, ma se si rompe un componente? L’efficienza dell’assistenza tecnica non è un fattore da sottovalutare. È importante prendere in considerazione la velocità con cui rispondono ad eventuali dubbi, gli orari in cui sono reperibili e le modalità di contatto. Se vuoi essere sempre operativo e risolvere tempestivamente problemi e imprevisti senza doverti affidare a terze parti, l’efficienza dell’assistenza tecnica è un fattore da considerare.

Rapporto qualità-prezzo

Infine, per un acquisto davvero vantaggioso è indispensabile valutare il rapporto qualità-prezzo. Nonostante si tratti di stampanti 3d economiche puoi trovarne alcune davvero vantaggiose che a un prezzo accessibile garantiscono un’ottima qualità. Anche in questo caso il consiglio è di affidarsi alle recensioni di utenti che hanno già acquistato e testato il prodotto, magari che lo confrontano anche con altri prodotti simili in modo da valutare tu stesso quale sia il più vantaggioso.

XYZ Printing

Ad esempio è arrivata una stampante 3D veramente economica con un prezzo inferiore ai 400 euro. Si tratta della XYZ Stampante 3D Da Vinci Junior in grado di realizzare oggetti fino ad una grandezza di 15 cm. Ideale per le scuole, per gli amanti del fai da te, per i laboratori creativi.

 

da vinci stampante 3D

 

Se state cercando una stampante 3d 400 euro è il modello che fa per voi. Il prezzo di questa stampante 3D come detto è tutto rispetto e vanta un’ottima qualità delle stampe. Incluso con il dispositivo, troviamo anche un filamento di PLA con tanto di software XYZWare. Un chilo di Filamento in plastica costa una trentina di euro ed assicura la realizzazione di parecchi oggetti, a seconda della complessità e della grandezza dell’ oggetto stesso.

Questa stampante 3D vanta un’eccellente qualità costruttiva e assorbe appena 75 watt durante l’utilizzo. La forma quadrata di 15x15x15 centimetri non è ingombrante. La risoluzione per singolo pezzo può andare da un minimo di 100 micron a un massimo di 400. La procedura di stampa è accessibile anche ai principianti. Grazie al software incluso e ai modelli predefiniti, possiamo creare oggetti dettagliati senza particolare difficoltà. Il filamento di PLA è atossico e biodegradabile. Non ci sono pericoli per la salute durante il riscaldamento e la posa del materiale.

STAMPANTE 3D ANYCUBIC I3

questo modello costa ancora meno. E’ una stampante 3D da 300 euro, anzi si trova anche a di meno, dai un’occhiata all’ offerta in TEMPO REALE.

Anycubic è un’azienda produce stampanti 3D dal 2015. Ha sede a Shenzhen, nella provincia del Guangdong, in Cina. La sua i3 Mega fa parte della sua crescente linea di stampanti 3D progettate per utenti non industriali.

Hanno iniziato a produrre la i3 Mega nel 2018 ed è da subito risultata essere un’ottima stampante per utenti desktop.

La stampante è alta 405 mm per 410 mm di larghezza per 453 mm di profondità, o circa 16 pollici per 16 pollici per 18 pollici, e pesa circa 11 kg . La dimensione di stampa di un oggetto raggiunge il massimo di 210 mm per 210 mm per 205 mm. Non potrai stampare degli oggetti grandi ma è sicuramente una buona misura per modellini, gioielli o piccole parti da incastrare insieme.

Il telaio della stampante è in lamiera, cio’ gli conferisce la rigidità necessaria per un uso frequente. Quindi non si spezzerà né si deformerà dopo sei mesi di utilizzo . Il suo piano di stampa è realizzato in un composito brevettato Anycube che si riscalda rapidamente e in modo uniforme durante la stampa e si raffredda rapidamente in modo da poter staccare il prodotto senza problemi quando hai finito.

La risoluzione del livello di questa stampante è di 0,05 – 0,3 mm, il che ti dà un’idea del livello di dettaglio che puoi ottenere. La risoluzione del livello è lo spessore di ogni livello creato dalla stampante durante la costruzione del prodotto.

Più sottile è ogni strato, più dettagli avrà il prodotto finale, perché le variazioni dei livelli sono ciò che costruisce le caratteristiche dell’oggetto stampato. La gamma di i3 Mega è ben al di sotto delle dimensioni standard di 0,4 mm, quindi otterrai dettagli incredibili anche se scegli l’impostazione più spessa.

L’ugello accetta filamenti da 0,4 mm o 1,75 mm, il che significa che accetta una delle dimensioni standard. La sua velocità di traslazione supera i 100 mm al secondo e la sua velocità di stampa varia da 20 a 100 mm al secondo. La velocità consigliata è di 60 mm al secondo per un lavoro ottimale.

La stampa utilizza la modellazione a deposizione fusa (FDM). Questo è il modo standard in cui i filamenti vengono fusi insieme nel processo di stampa, quindi se si ha familiarità con la stampa 3D, si avrà familiarità con il processo di questa stampante.

Può gestire FILAMENTI IN PLA, ABS, HIP e legno composito. Questa è un’ottima selezione per la maggior parte della stampa 3D, in particolare per coloro che stanno semplicemente imparando il processo, ma tienilo a mente se stai pensando di stampare con altri tipi di filamenti.

Questa stampante utilizza Cura per il suo software slicer, che è il programma che traduce il tuo progetto in livelli per la stampante. Qualsiasi programma di disegno 3D che produce .STL, .OBJ, .DAE o .AMF è compatibile per l’input e il formato di output del software è GCode. La società consiglia una scheda SD per la connettività. L’uso di una porta USB è possibile ma consigliato solo per esperti.

Come funziona una stampante 3D

non l’avete mai vista al lavoro in una fiera? Beh il funzionamento è semplice. Un filamento in plastica viene scaldato e sciolto ad una temperatura di circa 200 gradi, dopodichè è colato in vari strati per realizzare il modello progettato su computer. La stampante non fa altro che scaricare il progetto dal pc e realizzarlo. Non c’è bisogno di essere ingegneri, architetti o maghi di Cad perchè su Internet ci sono tantissimi siti per il download gratuito di migliaia di oggetti da stampare (vedi giú in fondo all’ articolo).

C’è da dire che bisogna acquistare il filamento giusto per ogni stampante che ha un costo ancora un po’ elevato, 30 – 35 euro per un chilo, ma i prezzi si stanno abbassando. La plastica si asciuga abbastanza velocemente, si apre lo sportelletto e l’oggetto in 3D è pronto. Date un’occhiata al video qui sotto che mostra il funzionamento della Da Vinci, la stampante 3D piú economica al mondo.

 

Dove scaricare modelli per le stampanti 3D

come detto, le stampanti 3d permettono di realizzare qualsiasi oggetto. Prima però dobbiamo progettarlo. La Da Vinci Junior è dotata di software integrato che permette di crearli, una specie di Autocad. Su Internet comunque possiamo fare il download di progetti già realizzati per stamparli direttamente.

Thingiverse: è una community dove le persone caricano e scambiano i loro modellini in 3d. Ci sono giocattoli, kit per modellini, addirittura scarpe e suolette realizzate con stampanti 3D.
Grabcad: si rivolge ad un pubblico di ingegneri ed architetti, qui ci sono pezzi di alta ingegneria meccanica per Cad.
Cults: un sito ben fatto dove ci si scambia modellini gratuitamente scaricabili.
Youmagine: tantissimi modelli interessanti per il download gratutito, da mattoncini lego a cover per il cellulare, tutte da personalizzare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!

Please enter your name here