Cuffie Running le Migliori per chi Corre o fa Sport

Le cuffie wireless sono senza dubbio molto comode. L’assenza del cavo è piacevole, niente più fili intrecciati ed ingombri. Chi fa sport, in particolare running o jogging ha però bisogno di cuffie particolari, che restino salde sull’ orecchio o che siano resistenti al sudore e all’ acqua.

Gli scossoni provocati da un’attività intensa, dalla corsa, possono muove l’auricolare e farlo cadere. Per questo motivo sono nati dei modelli wireless, di tipo ear-in, adatti per chi ama il running.

Fino a poco tempo fa le cuffie wireless in-ear, quelle che si infilavano nelle orecchie da non confondere quindi con quelle con il padiglione, erano dotate di un filo di collegamento tra i due auricolari, ora è sparito anche questo. Gli sportivi saranno contenti di non avere più questa cosa penzolante dietro la nuca, così come chi indossa le cuffie sotto ad un casco. Sono dotate di microfono quasi sempre compatibile con programmi di riconoscimento vocale come Siri e Google Now e trasmettono con il bluetooth.

Ma quali sono le migliori cuffiette per la corsa per qualità audio? Abbiamo cercato sulle varie riviste di audio statunitense e abbiamo compilato una lista divisa per fascia di prezzo. Abbiamo anche testato un parametro molto importante per stilare il giudizio, ovvero che gli auricolari aderiscano perfettamente all’ orecchio.Se non premono in maniera ottimale possono scivolare via durante l’attività fisica, inoltre anche il suono ne risente con i bassi lasciati praticamente fuori.

Ci sono poi dei modelli che sono dotati di un sensore interno che consente addirittura di misurare la frequenza cardiaca. Si connettono via bluetooth con una app che registra tutto. Toccando l’auricolare si può inoltre abbassare ed alzare il volume, rispondere ad una chiamata o passare da un brano all’ altro.

Altro parametro valutativo è quello della durata. Quant’è l’autonomia delle cuffie senza filo ear-in? Una media di 5-6 ore, dopodichè vanno ricaricate tramite la loro basetta.

Ricordiamo sempre che queste cuffiette non devono essere indossate in auto, in bici, in mezzo al traffico perchè isolano realmente dai rumori esterni.

cuffie-running

Come non far cadere gli auricolari mentre si corre?

Quando si corre, è fondamentale avere auricolari che restino saldamente in posizione, evitando fastidiosi problemi come il cadere durante l’allenamento. Per ottenere la massima stabilità e comfort, è consigliabile optare per auricolari progettati specificamente per lo sport.

Le cuffie più indicate per la corsa sono quelle con un design ergonomico che si adatta perfettamente all’orecchio (alcuni preferiscono i modelli con gancio per le orecchie altre quelle ear-in) e offre una tenuta sicura anche durante il movimento più intenso. Gli auricolari con ganci auricolari regolabili o inserti auricolari in diverse dimensioni sono particolarmente efficaci nel mantenere una posizione stabile durante la corsa.

Cuffie con bassi potenti

Se volete ascoltare dei brani con bassi potenti utilizzando auricolari in-ear, prima assicuratevi che si infilato correttamente in profondità nell’orecchio, altrimenti la riproduzione dei bassi ne soffre molto. Se gli auricolari cadono strattonando leggermente il cavo, non sono abbastanza stretti. Utilizzate auricolari più piccoli o più grandi.

cuffie a conduzione ossea

se vi capita di andare da Decathlon troverete le cuffie da running della Shokz. Si tratta di un brand statunitense fondato a New York nel 2011 si è concentrata nella tecnologia audio.

Hanno brevettato le tecnologie PremiumPitch+ e LeakSlayer che permettono di realizzare ” cuffie a conduzione ossea” che trasmettono il suono attraverso le ossa della testa anziché attraverso il normale canale uditivo esterno. Questo avviene grazie a un processo chiamato conduzione ossea, che permette al suono di viaggiare direttamente attraverso le ossa del cranio fino all’orecchio interno, bypassando il timpano e l’orecchio esterno.

Le cuffie a conduzione ossea sono spesso utilizzate da persone con problemi uditivi o con malattie dell’orecchio, poiché consentono loro di ascoltare la musica o altre fonti audio senza dover utilizzare le orecchie nel modo tradizionale. Inoltre, sono popolari tra gli atleti e gli appassionati di attività all’aperto, poiché consentono loro di ascoltare musica o istruzioni audio senza isolarsi completamente dai suoni ambientali, il che può migliorare la sicurezza durante l’esercizio fisico all’aperto.

Questo è uno dei modelli piú venduti.

Altre cuffiette da running che ci sono piaciute:

Jabra elite sport: cuffie di fascia alta di prezzo, ma offrono un sonoro di qualità. La dotazione è perfetta, mancherebbe solo una memoria per salvare i brani musicali. Sono impermeabili e dotare di cardio frequezimetro per misurare il battito cardiaco. Il microfono integrato serve per udire i rumori esterni. L’autonomia di uso è di circa 3,5 ore, indossarle dopo tanto tempo da’un pochino fastidio. Resistono al sudore e all’ acqua, alto grado di protezione contro i liquidi (IP67) ed hanno un app spettacolare con cui calcolare le calorie bruciate.

Bose Soundsport : se cercate un bel prodotto della casa statunitense le cuffiette running Bose possono essere interessanti. Hanno il filo tra un padiglione e l’altro e si collegano in modo wireless ai dispositivi tramite Bluetooth e NFC. Sono delle cuffie running che non cadono, aderiscono molto bene all’ orecchio e presentano un’autonomia di 6 ore d’uso.

Bose SoundSport Cuffie Wireless, Azzurro

Prezzo: 143,99 €

5 Nuovo e usato disponibile da

Le AirPods sono le uniche cuf­fie che non “sigillano” il condotto uditivo, pur aderen­do all’orecchio in modo estre­mamente confortevole. Offro­no un design particolare, ma la gestione tramite comandi vo­cali si rivela poco pratica. Mal­grado ciò, nel test le AirPods sono state piuttosto convincenti. Tutti gli utenti scettici potranno essere rassicurati, che queste In-Ear. utilizzate durante un’attività sportiva, rimangono saldamen­te attaccate alle orecchie, ade­rendovi perfettamente.

TONEMAC Q1: con un peso di circa 14 grammi e un design compatto, offrono una vestibilità comoda . Le loro dimensioni più piccole non solo li rendono facili da maneggiare, ma aumentano anche la loro sensazione di leggerezza sull’orecchio. Possiedono Chip Bluetooth 5.2 avanzato.

Bragi the headphone: L’autonomia di 5 ore e 46 minuti offerta dalle cuffie è in linea con quella delle AirPods di Apple. La forma e il com­fort si rivelano eccezionali anche indossando queste cuffie a lungo, ma gestirle attraverso i minuscoli tasti è invece un pò complicato. È l’unico modello di questa comparativa dotato di una base di ricarica priva di bat­teria interna. Queste econo­miche In-Ear di Bragi non of­frono neppu­re i sensori per il fitness.

 

Samsung Galaxy Buds 2: Le Buds 2 di Samsung of­frono una memoria interna da 4 Gigabyte per la musica e anche un cardiofrequenzime­tro. La App “Gear Fitness” funziona solo con i nuovi smartphone di Samsung, a partire dal Galaxy 6S. Relati­vamente alla qualità del suo­no, le IconX si distinguono per ottimi toni bassi, ma gli alti e i medi mancano di po­tenza. L’autonomia della bat­teria inferiore ad un’ora si ri­vela troppo breve. Affidabile la ge­stione tramite comandi touch.

JBL TUNE 230:  Queste cuffie hanno un design leggero e molto portatile, che le rende facili da portare in viaggio. Hanno anche una vestibilità comoda e la durata continua della batteria di oltre otto ore con tre ricariche aggiuntive nella custodia per il trasporto può durare lunghe giornate in viaggio senza troppi problemi. Tuttavia, nonostante dispongano di un sistema ANC, hanno ancora difficoltà a bloccare il rombo basso dei motori di autobus e aerei.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here