Sandisk ha presentato delle nuove unità a stato solido, le Extreme PRO, evoluzioni delle precedenti SSD. Questa linea prevede tre tagli con capacità diversa, da 256, 480 e 960 Gb. Le SSD sono sempre più richieste sul mercato dei Pc, portatili e non. La loro compattezza, ma soprattutto velocità, le rendono appetibili per coloro che lavorano con video, foto, ma anche per i giocatori incalliti di videogames. Anche in questo caso le prestazioni sono di tutto rispetto, proprio per questo risultano essere tra le Unità a Stato Solido più veloci attualmente disponibili sul mercato. Ci sono le ssd economiche da meno di 50 euro per 120 Gb e quelle piú costose anche da 1 Tera che sfiorano i 200 euro.

LEGGI ANCHE: Guida alle SSD Migliori come sceglierle

Prestazioni SSD Extreme Pro

Il controller interno (Marvell 88SS9187) è lo stesso della serie Extreme II, ma il firmware è stato aggiornato e ottimizzato per garantire maggiore affidabilità e consistenza di prestazioni anche se l’unità non supporta l’ auto-crittografia.

Grazie a queste ottimizzazione e all’utilizzo della seconda generazione di celle di memoria Nand con tecnologia Mcl (multi-level cell) a 64 Gbit e tecnologia produttiva a 19 nanometri, SanDisk garantisce un ciclo di vita delle unità Extreme Pro misurabile nella capacità di scrivere 80 Tbyte di dati e una durata pari a 10 anni. Con questi dati viene assicurata la possibilità di scrivere, in media, 20 Gbyte di dati ogni giorno per 10 anni, sempre coperti da garanzia sul prodotto. In altre parole, se si scrivono 20GB (cosa che accade molto difficilmente) al giorno tutti i giorni, ci vorrebbero più di 11 anni per superare i cicli garantiti.

extreme-ssd

Extreme Pro, come tutte le SSD, misura 2,5 pollici e supporta l’interfaccia SATA 3 (6Gbps). L’unità funziona però anche su tutti i dispositivi che utilizzano un disco rigido SATA standard (la velocità in lettura e scrittura si abbassa notevolmente però). Si noti che la maggior parte dei nuovi computer supportano il SATA 3.
Lo scopo della tecnologia nCache Pro è di cui sono dotate le EXTREME PRO è orientato a migliorare le prestazioni attraverso piccoli buffer che permettono di organizzare la scrittura all’interno delle celle Nand. . La tecnologia offre anche una migliore protezione per i dati memorizzati sul disco.
SanDisk afferma anche che la tecnologia è in grado di offrire prestazioni costanti anche in multitasking, con bassa latenza, per un lungo periodo di tempo, e con basso consumo energetico.

Capacità 240GB 480GB 960GB
Design 2,5 pollici (7 mm) 2,5 pollici (7 mm) 2,5 pollici (7 mm)
Interfaccia SATA3, SATA2, SATA SATA3, SATA2, SATA SATA3, SATA2, SATA
Lettura sequenziale 550 MB / s 550 MB / s 550 MB / s
Scrittura sequenziale 520 MB / s 515 MB / s 515 MB / s
Lettura casuale 100K IOPS 100K IOPS 100K IOPS
Scrittura casuale 90K IOPS 90K IOPS 90K IOPS
consumo di energia (stand-by) 5.5mW 19mW 19mW
consumo di energia (lettura-scrittura) 2.7W | 2.6W 2.7W | 3.5W 2.9W | 3.6W
durata (terabyte scritto) > 80TB > 80TB > 80TB
Prezzo al pubblico 160 euro 280 euro 490 euro
Garanzia 10 anni 10 anni 10 anni

Le specifiche indicano per le unità con capacità di 240 una velocità di lettura pari a 550 Mbyte/s e una di scrittura pari a 520 Mbyte/s. Per le unità da 480 e 960 Gbyte, la velocità in lettura è sempre di 550 Mbyte/s, mentre quella massima dichiarata per la scrittura sequenziale è invece pari a 515 Mbyte/s.

In offerta su Amazon:

EXTREME PRO DA 240 GB
– EXTREME PRO DA 500 GB
– EXTREME PRO DA 1 Tera

Prestazioni SAMSUNG 860 EVO e PRO

I modelli EVO sono più economici rispetto a quelli PRO. Il modello 860 Evo è disponibile in parecchi tagli , piccolini da 250 Gb fino a 4 Tera. Così come i prodotti della linea 860 Pro, anche quelli della serie EVO utilizzano un controller aggiornato, chiamatoMJX , memoria buffer di tipo LPDDR4; per quanto riguarda le memorie Nand, in questo caso troviamo celle V-Nand di tipo MLC a 3 bit. Si tratta di una soluzione
più economica e con prestazioni inferiori rispetto alle celle di tipo TLC, ma in questo caso il punto di forza risiede

La SSD Samsung 860 Pro utilizza l’ultima generazione di memorie 3D Nand MLC (multi level cell che garantiscono velocità maggiore e maggiore durata) a 64 layer, un buffer realizzato come memoria LPDDR4 e
una nuova revisione del controller proprietario per interfaccia Sata. Questo modello è la naturale evoluzione del precedente modello 850 Pro .

Il modello 860 Pro introduce il supporto alla memoria buffer di tipo LPDDR4 grazie all’aggiornamento del controller. Le celle di memoria sono, come detto, delle V-Nand di tipo MLC a 64 livelli, mentre la massima capacità di archiviazione offerta tocca i 4 Tbyte