E’ passato tanto tempo da quando utilizzavamo le macchine fotografiche Polaroid che stampavano in maniera istantanea una foto. Qualcuno però ha deciso di riproporle e di farle conoscere al grande pubblico ottenendo un discreto successo.

Attualmente sul mercato ci sono due marche che vanno per la maggiore per questo tipo di prodotto: la Fujifilm Instax e la Polaroid 300, Socialmatic. Da poco è entrata sul mercato anche Lomography, con le sue LOMO e la conosciutissima LEICA. 

Polaroid, Con il nuovo marchio Polaroid Originals, è tornata a far parlare di sè commercializzando da poco anche la OneStep 2, una nuova fotocamera analogica istantanea facile da usare grazie al sistema punta-e-scatta. Il design è come quello di una volta,  è dotata di un potente flash integrato, caricabatterie USB, batteria di lunga durata e timer per autoscatto.

Si tratta di macchinette fotografiche analogiche, e non digitali quindi, che stampano in tempo reale la foto su una carta particolare della grandezza però ridotta. Non aspettatevi il classico formato 10×15, ma 6,2 x 9,9 cm se si tratta di formato wide oppure 6,2 x 4,6 cm. Insomma fotografie piccoline ma la qualità è ottima e dura nel tempo.

Chi acquista queste fotocamere istantanee non lo fa per convenienza, anche perchè di certo non è il loro punto di forza. Stampare una foto, in questo caso, può costare infatti anche 1 euro, contro 20-40 centesimi che si spendono se si portano i nostri file digitali jpg in un laboratorio di stampa.

Volete mettere però l’emozione di avere su carta una foto in pochi minuti? Potrebbe rappresentare un REGALO VERAMENTE ORIGINALE per fermare un ricordo indelebile. Le applicazioni delle macchinette istantanee possono essere tantissime, molti le utilizzano nei matrimoni, ma anche in tutti quei casi che la stampa non è possibile.

Quanto costa stampare una foto istantanea? La “pellicola” Fujifilm costa 18 per 20 foto, quindi per ogni foto scattata spendiamo 90 centesimi di euro.

Come funziona una fotocamera istantanea

si tratta di una normale macchinetta analogica, con lo stesso sensore e le stesse funzionalità. All’ interno trova alloggio un rullino, molto simile a quelli di una volta, dove verrà impressionata la foto. La stampa sarà pronta dopo una decina di secondi dallo scatto.

Sul mercato ci sono modelli economici come la Fujifilm Instax MINI 12 , la KODAK PRINTOMATIC e la Polaroid 300 entrambi con flash automatico e che costano circa 70-80 euro.

Esistono poi prodotti piú costosi come la Polaroid NOW + da poco piú di 150 euro e la instax Fujifilm Mini Evo al top della gamma. Quest’ultima dispone di collegamento wifi, 3G, Gps per geo taggare un’immagine appena scattata e un visore lcd da 4,5 pollici.

Con la Evo possiamo fare diversi scatti finché la foto non appare giusta, e poi decidiamo in qualsiasi momento se è degna di essere stampata.

instax Fujifilm Mini Evo Type C Black (16812467)

Price: 199,90 €

18 used & new available from 185,29 €

Il Mini Evo ci offre controlli dell’esposizione, controlli del bilanciamento del bianco, filtri dell’obiettivo, regolazione della saturazione, filtri per effetti speciali e altro ancora. In effetti, Fujifilm vanta che l’Evo può realizzare immagini che beneficiano di 100 diverse combinazioni di effetti.

Rispetto ad altre fotocamere Fuji Instax, la Evo offre un livello di facile controllo creativo semplicemente senza rivali. La Mini Evo non è una Fuji X Pro, ma si avvicina quanto di più una fotocamera Instax può ottenere.

Sono passati cinquant’anni e Kodak con il modello Smile ha deciso di riproporre una fotocamera vintage in grado di stampare in maniera istantanea le fotografie, mantenendo la forma tipica del secolo scorso, ma aggiornando il sistema di archiviazione che oggi permette di salvare le foto non solo su carta ma anche come file nella scheda SD o addirittura di condividerle immediatamente con amici e parenti grazie alla
connessione Bluetooth.

Con la fotocamera vengono forniti 35 fogli per altrettante foto. In seguito si potranno acquistare blocchi da 10 fogli di carta Zink per 11 euro.

Il modello piú economico

 

è la Fujifilm Instax Mini9 disponibile in 6 colori. Permette di stampare foto istantanee da 62 x 46 mm, la grandezza è circa quella di una carta di credito. I pulsanti e le funzioni di questa macchinetta sono essenziali e spartani, non c’è un visore led e bisogna mettere l’occhio nel mirino. Sul fronte è presente un pulsante per estendere la lente pieghevole e accendere la fotocamera.

Intorno all’obiettivo c’è un selettore per regolare la luminosità e scegliere i diversi livelli di esposizione sono cinque; Ambientazione interna, Notte (F12.7), Nuvoloso, Ombra (F16), Sereno, poco nuvoloso (F22), soleggiato e luminoso (F32). C’è anche una modalità per scattare foto con livelli estremi di luminosità e un’atmosfera più morbida. Non c’è autofocus quindi attenzione per la messa a fuoco. Questa macchinetta usa solo pellicole Fujifilm Instax che sono un po’ costose.

Impossible I-1 : questa macchinetta vintage stampa foto nel vecchio formato Polaroid su carta. Ve la ricordate? Utilizza pellicole I-type e serie 600 e si ricarica tramite porta USB. LA COSA BUONA è che il settaggio della camera può avvenire anche tramite smartphone connesso con il bluetooth. Ricorda proprio una vecchia macchinetta istantanea grazie alla bocca frontale che “sputa” le foto scattate, tutto intorno all’ obiettivo c’è un flash ad 8 led. Il mirino si apre a scatto nella parte superiore.

Il modello Medio

instax_mini90

Fujifilm Instax Mini 90 costa un po’ di piú ma ha il motore ,  doppia esposizione, possibilità di effettuare foto MACRO ad una distanza di 30 cm e ha il visore lcd non per vedere lo scatto in anteprima, ricordiamo che sono analogiche e non digitali, ma una serie di informazioni sulla foto. Si possono fare selfie visto che dispone di autoscatto e di attacco per il treppiede da usare per foto a lunga esposizione in  modalità Bulb.

POLAROID SNAP TOUCH: La Polaroid polstr è una via di mezzo tra vecchio e nuovo. È una fotocamera digitale, ma può stampare subito le tue foto o salvarle per la modifica se non sei soddisfatto del tuo primo tentativo. Funzionerà perfettamente con il tuo smartphone e trasuda anche fascino retrò. Ha un sensore CMOS da 13 MP, 1: 2/3 “, accoppiato con un obiettivo 3,4 mm, f / 2,8 (25,8 mm in 35 mm equivalente).

Il copriobiettivo magnetico, che si blocca in posizione e si posiziona saldamente quando non scatti foto, è un bel tocco. In alto, Polaroid ha abbandonato il mirino fisico. Al suo posto, c’è un flash pop-up (e un subdolo specchio selfie) che funge anche da pulsante di accensione. Pop-up e la fotocamera si accende; spingerlo chiuso e il tutto si spegne di nuovo. Semplice. C’è un pulsante di scatto fisico, ma per il resto quasi tutto il resto è controllato attraverso il touchscreen da 3,5 pollici che occupa l’intera parte posteriore della fotocamera.

Fujifilm Instax SQUARE: ultima arrivata è di forma quadrata e sebbene le dimensioni siano importanti (118,7 x 128,1 x 58,1 mm distribuiti su 393 g), rimane leggera e facile da trasportare. Su Ila parte posteriore sinistra ci sono tre tasti. Il primo consente di selezionare le modalità, tra “Automatica”, “Selfie”, “Macro”, “Paesaggio”
“Doppia Esposizione”, “Schiarire” e “Scurire”. Ogni volta che si seleziona una modalità, un led si accende sull’icona corrispondente disegnata nella parte alta della fotocamera. Il secondo tasto consente di impostare un autoscatto di 10 secondi, mentre il terzo disattiva o attiva il flash. Al centro lo spazioso slot che ospita le diecipellicole di facile installazione. Le pellicole, disponibili anche in bianco e nero o con cornice nera, sono di dimensioni da 86 X 72 mm, mentre l’immagine quadrata stampata è di 62 x 62 mm.

POLAROID POP : la Pop è essenzialmente la sorella maggiore di Snap Touch. L’intera fotocamera è più grande con un touchscreen da 3,97 pollici sul retro. Ha un design relativamente minimalista – chiaramente molto simile a un giocattolo – ed è disponibile in sei colori diversi. La parte superiore della fotocamera è di un nero lucido su tutti i modelli, ma le parti inferiori sono disponibili in nero, blu, verde, rosa, bianco e giallo.

Quando funziona, il menu e la gestione della fotocamera sono piuttosto semplici. C’è un dispositivo di scorrimento dello zoom digitale e la possibilità di scambiare immagini fisse da 20 megapixel o video 1080p. C’è anche una modalità di registrazione GIF che gira come una clip Boomerang di Instagram. Puoi vedere in anteprima le foto e i video che hai scattato usando la fotocamera e avviare una stampa. Ci sono cornici e bordi che puoi aggiungere alle immagini per dare loro un po ‘di personalità in più.

L’app companion Polaroid Pop per iOS e Android può essere utilizzata per trasferire immagini stampate altrove per la stampa. Ma non esiste un controllo remoto delle riprese o funzionalità avanzate.

Lomo Instant Sanremo: una macchinetta dal gusto vintage, retrò. Questo modello sidpone di 3 lenti intercambiabili. Il formato delle foto stampate immediatamente è mini

 

Il migliore Modello

Leica Sofort: una marca conosciutissima per gli affezionati amanti della fotografia. Compatibile con le cartucce mini formato Leica, Instax e Fujifilm. Scattate e la foto esce all’istante, in formato mini, da una fessura laterale. Per la qualità delle immagini prodotte possiamo considerarla la migliore macchinetta istantanea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *