Anche questa volta è arrivato il gran caldo. Come ogni anno è una corsa all’ acquisto di condizionatori per riuscire a sopravvivere alle notti di afa. Da un po’ di anni a questa parte infatti sembra impossibile vivere senza aria condizionata.

Questi elettrodomestici , Daikin, Samsung, Mitsubishi, Lg, Panasonic però consumano tantissima energia e non tutti apprezzano il “freddo” che creano. Inoltre in alcuni casi sono di difficile installazione, in molto condomini non è possibile montare il motore esternamente, sulla facciata. In piú l’unità esterna, oltre ad essere anti estetica, è anche rumorosa e potrebbe disturbare il vicinato.

ventilazione_soffitto

Si può quindi optare per un condizionatore portatile, quelli con il tubo flessibile per l’aria calda, che non hanno il motore oppure tornare ai vecchi ventilatori, a soffitto, a colonna o con la piantana. Ci sono poi i ventilatori refrigeranti che spingono l’aria fredda grazie ad una vaschetta del ghiaccio precedentemente messa nel freezer a raffreddarsi.

Ventilatore o condizionatore

E’ meglio un ventilatore o un condizionatore per affrontare il caldo? Possiamo ancora utilizzare i sempre economici ventilatori a pale per avere un po’ di fresco? La tecnologia è andata avanti in questo settore? Vediamo di capirne di più.

I condizionatori effettivamente sono efficaci. Raffreddano e tolgono l’umidità. Funzionano un po’ come i frigoriferi, ma come detto consumano tantissimo. Un condizionatore in classe A++ inverter, bene che vada, assorbe almeno 500-600 watt l’ora, ovvero un costo di circa 10 centesimi di euro l’ora (calcolando 0,2 euro per l’acquisto di 1 KWH di energia). Se lo utilizziamo per 10 ore al giorno fa 1 euro.

ARGO Orion Plus Climatizzatore portatile 13000 BTU/H con pompa di calore, 230 V, Bianco

Price: 649,00 €

1 used & new available from 649,00 €

Se abbiamo poi più condizionatori le spese si moltiplicano. Insomma dobbiamo sostenere dei costi non indifferenti. I prezzi comunque si sono abbassati ed un condizionatore da 12000 Btu di buona marca costa circa 400 euro a cui si debbono aggiungere almeno 180 euro per l’installazione.

Se invece intendete usare un condizionatore portatile che non ha bisogno di nessuna installazione vi consigliamo QUESTO MODELLO QUI che può essere usato anche in inverno per riscaldare un ambiente.

 

I ventilatori invece assorbono poco, 50-80 watt. Quelli piccolini ancora di meno. Certo, smuovono l’aria e non abbassano l’umidità, il vero problema delle notti d’afa. La tecnologia in questo caso non è andata avanti se non nel campo del design. Dyson ad esempio produce un ventilatore condizionatore senza pale, brushless, molto silenzioso e stiloso. Costa quanto un condizionatore, ma fa un bell’ effetto.

ventilatore con ghiaccio

Ci sono i ventilatori con ghiaccio, ventilatore aria fredda, uno di questi è il One Concept Baltic. In pratica si infilano due panetti portaghiaccio precedentemente infilati nel freezer per refrigerare l’aria che esce spinta dalle pale del ventilatore. Oppure si mette l’acqua ghiacciata raccolta nel serbatoio. Consuma veramente poco, appena 65 watt è dotato di telecomando ed il suo spegnimento può essere programmato, è anche molto silenzioso. Attenzione però a non confonderli con i condizionatori portatili visto che sono molto simili.

Un ventilatore condizionatore come quello di OLIMPIA SPLENDID, utilizza l’acqua per rinfrescare l’aria che esce dalle alette di ventilazione. Per la verità si tratta di un ventilatore che fa aria fredda grazie all’ ausilio dell’ acqua, assorbe poca energia elettrica e costa poco piu’ di 100 euro.

ventilatore_colonna

I ventilatori a soffitto fanno un gran lavoro e sono sicuramente molto efficaci, tanto che qualcuno li preferisce ai condizionatori. I modelli sono tantissimi, con luce, con telecomando, con timer, programmabili.

A bassa velocità sono anche molto silenziosi. Westinghouse Bendan è uno dei migliori modelli a soffitto, si installa con facilità e può sostituire un lampadario visto che ha il punto luce.Le pale in legno in mogano lo rendono molto elegante, ben si sposa con qualsiasi tipo di arredamento.

Telecomando a distanza per accensione, spegnimento e regolazione delle tre velocità. Insomma diventa un lampadario con le pale che può essere usato in inverno grazie alla funzione di “rotazione inversa” , le pale ruotando al contrario spingono in giu’ il calore che si diffonde meglio in casa.

Ci sono poi i ventilatori a pavimento, a colonna o ventilatore con piantana, a torre. I primi, particolarmente potenti, possono essere usati anche per grandi ambienti, quelli da 250-300 watt smuovono veramente grandi quantità d’aria. Ottimo il modello a torre di ROWENTA che consuma appena 50 watt alla massima velocità, può essere installato in qualsiasi punto della casa, anche in un angolo, molto bello e di design dispone di display lcd che indica la temperatura dell’ ambiente.

 

ventilatori_senza_pale

Un’alternativa da provare a chi cerca refrigerio senza utilizzo di aria condizionata sono i ventilatori ad acqua. Si tratta di normali ventilatori a pale che spingono il flusso d’aria su un pannelli imbevuto di acqua preventivamente sistemato dall’ utente. L’aria spinta attraverso l’acqua e il ghiaccio riesce a rendere l’ambiente più fresco, uno di questi modelli è il Polifemo di Argo.

Ci sono poi i ventilatori a nebulizzazione d’acqua o raffrescatori evaporativi. ad esempio il FERRARI G3. Si tratta anche in questo caso di normali ventilatori, davanti alle pale uno spruzzino invia acqua ad intervalli regolari che viene nebulizzata nell’ aria in micro particelle che non toccano terra. Li abbiamo visti spesso in bar e ristoranti all’ aperto, ma possono essere utilizzati anche in casa in ambienti chiusi.

Risparmia usando entrambi

Un buon modo per risparmiare è quelli i usarli entrambi in combinazione. Il ventilatore può aiutare a diffondere l’aria fredda in maniera omogenea in casa senza creare punti di gelo in prossimità dello split. Rendere efficiente un condizionatore può farti risparmiare un bel po ‘di soldi. Ogni volta che si alza il termostato di 1 grado si risparmia circa il 4 percento del consumo di aria condizionata. Se l’aria condizionata costa circa 60 euro al mese per ogni split per un uso di 10 ore al giorno alzando il termostato di un paio di gradi risparmiamo 10 euro al mese. In termini di comfort non cambia nulla.

Condizionatore d’aria fai da te

infine una chicca, vi sveliamo come fare un piccolo condizionatore portatile fai da te per vivere meglio nelle giornate estive. Dovete soltanto comprare un porta vivande in plastica e un piccolo ventilatore.

Praticate un foro sulla parte superiore o laterale del porta vivande del diametro della ventola del ventilatore. Praticate un foro dalla parte opposta di uscita dell’ aria. Mettete tanto ghiaccio nel porta vivande e accendete il ventilatore, l’aria che uscirà sarà molto fredda grazie al passaggio nel ghiaccio. Date un’occhiata alla foto qui sotto e se vi è piaciuta l’idea , CONDIVIDETE!!

CONDIZIONATORE-FAI-DA-TE